È direttore artistico e continuista dell’Ensemble Seconda Prattica, gruppo strumentale col quale si dedica all’approfondimento del repertorio del periodo barocco su strumenti originali. Studioso di Agostino Steffani, del compositore castellano ha curato l’edizione critica dell’unico scritto teorico (Quanta certezza abbia da’ suoi principii la musica) e della Psalmodia vespertina, entrambe pubblicate per Diastema; della Psalmodia ha anche diretto la prima registrazione integrale guidando il gruppo vocale L’Artifizio Armonico e l’Ensemble Seconda Prattica. Inoltre di Steffani ha pubblicato per Armelin Musica (Padova) l’edizione critica della raccolta di mottetti Sacer Ianus quadrifrons.  
Da gennaio 2015 è co-direttore de I Cantori di Marostica e membro della Commissione per l’Arte Organaria della Diocesi di Vicenza. È titolare dello storico organo G. B. Zordan (1882) della chiesa arcipretale di Sant’Antonio Abate in Marostica.

Chiudi